Restyling ed aggiornamento di siti Web

Possiamo ripensare il sito Web insieme considerando:

  • Analisi delle criticità funzionali
  • Analisi dell’immagine del sito Web
  • Riorganizzazione e categorizzazione dei contenuti
  • Ridirezione dei contenuti per il miglioramento SEO
  • Creazione di template responsive adatti a tutti i dispositivi mobili
  • Configurazione e personalizzazione di template e plugin di WordPress
  • Implementazione ed integrazione di nuove funzionalità

Dare una svolta cambiando l’aspetto del sito Web rendendolo più attuale con un restyling

Hai già creato un tuo sito Web in WordPress?
Il sito non funziona bene, o non funziona del tutto?
Non riesci a personalizzarlo come vorresti?
Vuoi rifarlo completamente?

Dopo aver speso ore, giornate, settimane a sviluppare e realizzare un sito Web gli anni passano, ed anche se può sembrare strano, anche un sito Web invecchia. Sto seguendo ancora oggi siti Web nati dieci anni fa e diversi clienti sono entrati nell’ordine di idee ed hanno accettato di investire in un restyling del loro sito Web.

Si tratta di un’operazione che è diventata davvero sempre più comune. Alcuni stimano che, a causa dei browser che si aggiornano costantemente e dei nuovi sistemi di programmazione sviluppati, il ciclo di vita massimo di un sito web sia di cinque anni.

Restyling ed aggiornamento di siti Web

Nascono nuove tecnologie, nascono nuovi supporti informatici, nuovi dispositivi, nuovi linguaggi di sviluppo Web. Per far si che un sito Internet sia pienamente funzionale è necessario essere sempre al passo con i tempi.

Non si tratta solo di un discorso meramente tecnico, ma è anche questione di aspetto ed immagine del sito Web, quante volte vi sarà capitato di trovare un sito online perfettamente funzionante, magari con buoni contenuti ma che in qualche modo ‘sapeva di vecchio’.
Anche per i non addetti ai lavori, l’abitudine a navigare, fa sviluppare una sorta di consapevolezza che permette di capire se un sito Web è moderno oppure no.

La grafica è importante ma come vedremo non è l’unico aspetto da tenere in considerazione. Ad ogni modo ci si può trovare nella situazione in cui il motivo principale che ci spinge a rivedere il nostro sito web è proprio la grafica. Layout poco accattivanti, colori che non rispecchiano l’azienda, caratteri illeggibili, grafiche poco professionali sono alcuni esempi. In certi casi si ha solo bisogno di rinnovare l’aspetto optando per uno stile più moderno e innovativo.

Cambiare caratteri, colori, sfondi, icone e formattazione dei testi potrebbe davvero svecchiare il sito Web e renderlo più attraente agli occhi dei visitatori, ma senza esagerare e senza stravolgere l’identità iniziale.

Le nuove tendenze del Web tendono a valorizzare il minimalismo e la semplicità. Procedere a ‘ripulire’ in sito Web e togliere il superfluo è sovente via la giusta da seguire eliminando pesantezze, fronzoli, ombre, effetti animati invasivi, font o icone eccessivamente elaborati.

In quali casi è veramente urgente ed obbligatorio rifare il proprio sito Web

Siti Web molto vecchi che usano tecnologie obsolete

Se parliamo di un vero e proprio ‘fossile vivente’ ovvero di un sito Web fatto utilizzando tecnologia Flash, molto comune nei primi anni 2000. In questo caso è essenziale rifarlo da zero in quanto questa tipologia di sito non viene indicizzata dai motori di ricerca e non sono assolutamente fruibili per un corretto SEO.

Restyling ed aggiornamento di siti Web

Siti Web che ancora non hanno un design responsive

Se si tratta di un sito Web un pò ‘datato’ cioè un sito Web statico non responsive (cioè che non si adatta correttamente a tablet e smartphone) fatto dieci anni fa, quando ancora il modo Web mobile non esisteva.
Avere un sito Web che non può essere visualizzato correttamente su qualunque dispositivo è evidentemente uno svantaggio, senza contare il fatto che i siti Web non responsive vengono ulteriormente penalizzati dai motori di ricerca.

Siti Web non gestiti da un CMS

Se il sito Web non permette di gestire i propri contenuti in autonomia in quanto non usa un CMS. Sovente si tratta di un insieme di pagine Web da dover modificare singolarmente ed è possibile farlo fare solo da chi ha creato il sito Web.
Grazie ai moderni CMS (Content Management System) è possibile apportare modifiche e gestire i contenuti anche senza avere molte conoscenze tecniche.
Si tratta di un aspetto a cui personalmente tengo molto e ci tengo a consegnare al cliente un prodotto il più possibile ‘gestibile’.

Siti Web che non rispecchiano più un’identità aziendale o personale

Se l’azienda, il business, l’attività sono cambiate il sito Web non rappresenta più una corretta fotografia della realtà.
Del resto è ovvio che un business ed un azienda non sono entità statiche: crescono, cambiano, si evolvono.
Talvolta può essere necessario effettuare un restyling, per riallineare il sito alle nuove esigenze, il sito Web deve rappresentare non solo l’azienda ma anche i suoi cambiamenti.

Aggiungere nuove funzionalità migliorando le Web Performance ed il posizionamento SEO

Grafica e navigazione sono gli elementi più importanti che contraddistinguono un sito Web: devono essere chiare e semplici per permettere ai visitatori un facile accesso ed utilizzo, ma il restyling di un sito Web non si occupa solo di questo.
Il restyling di un sito Web è un operazione molto delicata, certe volte decisamente più complessa della realizzazione di un progetto da zero.
Bisogna fare i conti con quanto è già presente, e con una eventuale riorganizzazione dei contenuti.

Restyling ed aggiornamento di siti Web

Non ci si limita a ridisegnare ma anche di migliorare le caratteristiche funzionali come le Web Performance o i fattori critici per una buona ottimizzazione SEO in modo da non perdere le posizioni acquisite sui motori di ricerca.
Per un restyling di un sito Web serve quindi criterio, buon senso e sopratutto molta esperienza.
Oltre al fatto che è essenziale avere un buon layout che si adatti a tutti i dispositivi mobili come smartphone, tablet e computer portatili, non si deve dimenticare di aggiungere nuovi stimoli e funzionalità.

Rifacendo un sito Web bisogna pensare prima di tutto agli utenti e cercare di innovare, eliminando gli aspetti negativi al tempo stesso.
Sono sicuro che nel corso degli anni saranno emerse tutta una serie di criticità che è bene raccogliere ed analizzare con cura.
Risolvere le problematiche, aggiungere aspetti utili e mancanti, migliorare la navigazione, riorganizzare meglio i contenuti; sono tutte operazioni che oltre alla nuova grafica permetteranno di raggiungere nuovi utenti ed allo stesso tempo di ‘tenere stretti’ gli utenti che già vi seguono.

Prima di iniziare il restyling di un sito Web è quindi utile effettuare un’analisi approfondita per capire come e dove intervenire al fine di soddisfare le aspettative degli utenti oltre che le nuove esigenze tecnologiche.

review