logo-sito Realizzazione siti Web e sviluppo progetti Internet in Torino

Pattaya e Phuket

Non è stata una decisione semplice andare a Pattaya, dopo l’esperienza della tranquillità e della pace sull’isola di Koh Samet ero incerto se visitare o meno Pattaya una città artificiale, senza storia, totalmente ed esclusivamente votata al turismo.
Condomini alti diversi piani, piccoli grattacieli, hotel, bar, ristoranti, saloni di massaggio, discoteche, la città è di fatto una enorme Disneyland per adulti.

Ero curioso, ma presto ci si rende conto della sua assurdità, si tratta di una Thailandia nella Thailandia.
Anche amministrativamente è un mondo a se con un sistema speciale che le garantisce una maggiore autonomia rispetto alle altre città, solo Bangkok  ha una situazione simile.

Pattaya era solo un piccolo villaggio di pescatori fino a quando non fu scoperto come località balneare dai residenti di Bangkok negli anni ’60. Trovandosi a poche ore di strada dalla capitale ed essendo facilmente raggiungibile inizio a svilupparsi come metà balneare. Poco dopo cominciarono ad arrivare i militari americani della United States Air Force della vicina base militare di U-Tapao, che vi trascorrevano le vacanze, causando un grande giro di prostituzione, cosa per cui ancora oggi la città e rinomata, nonostante gli sforzi del governo.

Foto gallery: Pattaya e Phuket

Il moderno turismo di massa con milioni di visitatori ogni anno ha portato Pattaya alle attuali dimensioni causando anche gravi problemi come l’inquinamento e la criminalità.

Vi sono anche molti stranieri che si sono trasferiti a Pattaya approfittando del costo della vita relativamente basso per vivere più agiatamente e serenamente. Del resto la città offre un’assistenza medica di livello occidentale, nonché ristoranti e supermercati con cibo per tutti i gusti.
Chiacchierando ho scoperto che, come nel resto del paese, è proibito agli stranieri l’acquisto di terreni e di case singole o appartamenti al piano terra; sembrerebbe però abbastanza semplice l’acquisto di appartamenti in condominio.

La sezione di spiaggia da Central Road (Pattaya Klang) a sud del porto è adiacente il cuore della ricca vita notturna di Pattaya, e quindi è meno orientata alla famiglia rispetto alle spiagge di North Pattaya, Na Klua e Jomtien.

Cosa diversa è Phuket, decisamente un postò più tranquillo e sereno, vivibile nonostante anche qui non manchino inquinamento, ed il rumore incessante delle migliaia di motorini.
Si tratta dell’isola più grande della Thailandia, collegata alla terraferma da un lungo ponte stradale, di fatto secoli fa era una penisola collegata alla terraferma.

Un posto ricco di tranquille baie e foreste tropicali, una delle mete principali tra le isole della Thailandia meridionale, dotata anche di un aeroporto con voli diretti da Bangkok.

La città più popolosa, Phuket, si trova nella parte sud dell’isola, mentre sulla costa orientale le spiagge sono meno belle ed hanno poche strutture ricettive ed ovviamente non ci sono molti turisti.
Ho affittato un motorino per girare tutta l’isola, e per farmi un’idea chiara del posto, la cosa porta via almeno una giornata ma vale davvero la pena.

Nonostante abbondanti risorse naturali e minerali (gomma, stagno) ormai tutta l’economia è improntata al turismo.
Dopo la crisi finanziaria asiatica del 1997,  e la svalutazione della moneta locale,  il boom dell’edilizia ha gettato altra benzina sul fuoco incrementando i benefici economici ed i posti di lavoro disponibili il tutto ovviamente a scapito della bellezza naturale.

NOTE:
Il gravissimo tsunami del 26 dicembre 2004 che si è abbattuto sulla sua costa occidentale, ha causato moltissime vittime ed ha provocato, inizialmente, una flessione del turismo che negli anni successivi ha però ripreso a crescere imponendo la ristrutturazione nel 2016 dell’aeroporto locale,  inaugurato nel 1976.

Lascia un commento

Seguimi sui social networks

linkedin twitter google+ pinterest flickr 500px

Condividi

- I campi contrassegnati con * sono richiesti ma il vostro indirizzo email non sarà pubblicato in nessun caso.
- Per ricevere gli avvisi in merito al commento non dimenticate di usare le checkbox!

Ci sono 0 commenti per queste foto

    Potrebbero interessarti anche...