logo-sito Realizzazione siti Web e sviluppo progetti Internet in Torino

Sacra di San Michele

La Sacra di San Michele è stata una delle più celebri abazzie benedettine in Italia settentrionale ed in provincia di Torino. Secondo gli storici, in epoca romana esisteva già una roccaforte militare sulla posizione corrente della Sacra di San Michele, a controllare la strada principale che conduceva dalla Gallia all” Italia.

Si tratta di uno dei più grandi edifici architettonici in Europa tra quelli risalenti al periodo romanico.

Quando ho riscoperto la Sacra di San Michele era in corso un grosso restauro, così non ho potuto sfruttare tutto il potenziale fotografico del luogo visto che alcune prospettive e pareti erano coperte dai tralicci.

Il lavoro è comunque piuttosto buono, considerando l’assenza quasi totale di luce negli interni la macchina fotografica digitale ha fatto miracoli. Mi riprometto di tornare per un secondo set fotografico in cui cogliere la abazzia da lontano, immersa nel suo luogo.

Foto gallery: Sacra di San Michele

L’abazzia è stata fondata tra il 983 d.C. e il 987 d.C. a causa dei bisogni e della cultura dei pellegrini di quel tempo, presto divenne un importante centro spirituale ed un grande crocevia di scambi culturali, una meta di numerose e frequenti visite. Una legge speciale della Regione Piemonte definisce la Sacra di San Michele il “Monumento simbolo della Regione Piemonte” ed è sotto la gestione speciale dei Padri Rosminiani.

Il Monastero Nuovo della Sacra di San Michele, oggi in rovina, venne edificato sul lato nord e aveva tutte le strutture necessarie alla vita di molte decine di monaci. Di questa costruzione rimangono ora dei ruderi affacciati sulla Val di Susa.

Svetta, su tutte le rovine, la torre chiamata della “bell’Alda”, oggetto di una suggestiva leggenda: una fanciulla, la bell’Alda appunto, volendo sfuggire dalla cattura di alcuni soldati di ventura, si ritrovò sulla sommità della torre.

Dopo aver pregato, disperata, preferì saltare dalla torre piuttosto che farsi prendere; le vennero in soccorso gli angeli e miracolosamente atterrò illesa. La leggenda però continua narrando che per dimostrare ai suoi compaesani quanto era successo, tentasse nuovamente il volo dalla torre, e per la vanità del gesto morì.

Lascia un commento

Seguimi sui social networks

linkedin twitter google+ pinterest flickr 500px

Condividi

- I campi contrassegnati con * sono richiesti ma il vostro indirizzo email non sarà pubblicato in nessun caso.
- Per ricevere gli avvisi in merito al commento non dimenticate di usare le checkbox!

Ci sono 4 commenti per queste foto

  • In generale non mi piace granchè, foto troppo strette, magari 1 o 2 in un reportage potrebbero starci come “particolari”… poi quella del fiore non ci sta proprio nel contesto!!

  • Devo essere sincero, non mi ispira nessuna, forse per il tipo di taglio dato alle foto.
    Mi chiedevo che ottica avessi usato, forse un grandangolo avrebbe valorizzato meglio il soggetto.
    E poi visto il soggetto diciamo “antico” avrei provato un BN (ma è solo un mio parere).
    Gabriele

    • Capisco che vuoi dire, purtroppo vi erano lavori in corso e non sono stato molto libero nelle inquadrature.

      Invece del bianco e nero vorrei fotografarla immersa nella neve!

Potrebbero interessarti anche...