logo-sito Realizzazione siti Web e sviluppo progetti Internet in Torino

Il Monte Popa e la sua magia

Non sono rimasto così colpito da questo sito, in realtà ho trovato piuttosto fastidioso salire i gradini senza scarpe fra escrementi di macaco sparsi ovunque. La vista è notevole ma il posto non lo è poi cosi tanto, almeno per me, sicuramente non lo considero un “must see” della Birmania.

Il Monte Popa è geologicamente un vulcano composto di basalto ed andesite, con depositi piroclastici.

Un monastero buddista si trova alla sommità del monte e gli eremiti buddisti hanno mantenuto nel tempo la scalinata di 777 gradini fino alla cima.

Foto gallery: il Monte Popa e la sua magia

Dalla cima si gode di una vista panoramica. Le aree circostanti sono aride, ma il Monte Popa ha numerose sorgenti e ruscelli. Un sacco di alberi, piante ed erbe crescono a causa del terreno reso fertile dalla cenere vulcanica.

Il Monte Popa è considerato la casa dei più potenti Nat, gli spiriti della Birmania, e come tale è il più importante centro di culto di questi spiriti. È stato anche chiamato il Monte Olimpo della Birmania.

Molti pellegrini birmani visitano il Monte Popa ogni anno, soprattutto per le feste durante la luna piena di maggio/giugno e la luna piena di novembre/dicembre.

L’attuale popolarità del Monte Popa mette in luce come il popolo birmano sia ancora molto legato alle antiche tradizioni nella vita quotidiana. Sono queste antiche tradizioni che caratterizzano la cultura del territorio circostante e non solo. Molte persone percorrono grandi distanze per ottenere fortuna negli anni a venire dal Monte Popa.

Monte Popa ospita un festival annuale che ha luogo nel tempio in cima alla montagna. Il festival prevede un medium che viene posseduto da uno spirito Nat che gli da la capacità di comunicare tra i Nat e il popolo.

L’attività turistica è in forte espansione in Birmania, tuttavia questa nuova fonte di reddito non sta spingendo la popolazione birmana verso la prosperità. Si è anche detto che il governo promuove il turismo al fine di finanziare l’oppressione delle minoranze etniche.

La giunta militare sta utilizzando la novità delle cerimonie sul Monte Popa per invogliare i turisti a visitare il sito religioso senza proteggere i luoghi e la popolazione locale dagli effetti di un tale incremento del turismo.

La città di Kyaukpadaung ai piedi del Monte Popa è solo un grande mercato per la vendita di fiori per i fedeli, noccioline per le scimmie che vivono sul monte e souvenir per i turisti.

Mentre il governo finanzia le sue attività con il turismo il turismo stesso è diventato fonte di sostentamento per molte famiglie.

Lascia un commento

Seguimi sui social networks

linkedin twitter google+ pinterest flickr 500px

Condividi

- I campi contrassegnati con * sono richiesti ma il vostro indirizzo email non sarà pubblicato in nessun caso.
- Per ricevere gli avvisi in merito al commento non dimenticate di usare le checkbox!

Ci sono 3 commenti per queste foto

Potrebbero interessarti anche...